Da dove provenivano i prigionieri di Auschwitz?

Auschwitz era il più grande dei campi di concentramento e di sterminio nazisti, in esso vennero internati e assassinati centinaia di migliaia di esseri umani, provenienti da prigioni, campi di transito, di concentramento e ghetti situati in ogni angolo d’Europa. Questo testimonia chiaramente quanto lo sterminio di massa degli Ebrei sia stato scientemente pianificato e sistematicamente attuato da parte dei nazisti, con un enorme dispendio di energie mentali, di competenze scientifiche e di risorse economiche.

principali ghetti, campi i transito e carceri da dove gli ebrei e i prigionieri di altre nazionalità furono deportati ad Auschwitz
principali ghetti, campi i transito e carceri da dove gli ebrei e i prigionieri di altre nazionalità furono deportati ad Auschwitz

Questa cartina illustra il concetto in maniera evidente, in quei tempi oscuri si poteva a buona ragione affermare che “tutte le strade portano ad Auschwitz”, praticamente ogni nazione europea coinvolta nella Seconda Guerra Mondiale ha visto propri cittadini deportati e sterminati ad Auschwitz.

A dar forma a questa rete di trasferimenti forzati, esiste anche una stima del numero di Ebrei deportati, con riferimento alle diverse nazioni di provenienza:

  • 430.000 dall’Ungheria
  • 300.000 dalla Polonia
  • 69.000 dalla Francia
  • 60.000 dall’Olanda
  • 55.000 dalla Grecia
  • 46.000 dal protettorato di Boemia e Moravia
  • 27.000 dalla Slovacchia
  • 25.000 dal Belgio
  • 23.000 da Austria e Germania
  • 10.000 dalla Yugoslavia
  • 7.500 dall’Italia
  • 690 dalla Norvegia
  • Oltre a circa 34.000 Ebrei trasferiti da altri campi di concentramento
    numero di ebrei deportati
    numero di ebrei deportati
La Memoria rende Liberi - Memory makes us Free - ISIS Europa